Come approcciare nel modo giusto

Un problema di molti uomini è approcciare, il cosiddetto rompere il ghiaccio.

Spesso si pensa a quale possa essere una frase giusta per rompere il ghiaccio quando si vuole approcciare una ragazza; in realtà, non esiste una giusta frase ma il giusto atteggiamento. L’atteggiamento, quindi, conta più delle eventuali frasi che le dirai.

E qual è l’atteggiamento giusto?

L’atteggiamento giusto è quello che ti fa sentire sicuro di te e per essere sicuro di te devi necessariamente usare alcuni accorgimenti.

Il primo è quello di caricarti di emozioni prima dell’approccio
in modo tale da saziare la parte emotiva; e puoi farlo in vari modi: ascolta una canzone che ti emoziona, una parte di un film che ti dà grande motivazione, fai una partita al tuo videogioco preferito e così via. Cose semplici ma che appagano la parte emotiva.

E’, poi, importante l’approccio in sé ed è importante qui la regola dei tre secondi: in pratica, da quando incroci lo sguardo a quando dici la prima parola, non devono passare più di tre secondi. Non è importante cosa dirai, di’ anche qualcosa di banale, è fondamentale attaccare discorso. Dire anche semplicemente che non si sa che dire, pur di dire qualcosa, è talvolta una scappatoia nei casi d’emergenza.

Se poi vuoi fare un approccio evoluto, puoi unire all’approccio in sé anche una penalizzazione, al fine di destabilizzare la ragazza.
In tal modo, lei penserà inizialmente che tu ci stia provando ma con la penalizzazione le rimarrà il dubbio ed il dubbio, l’abbiamo ripetuto spesso negli articoli, è il sale della seduzione.

Un esempio potrebbe essere il seguente: immagina di stare in un negozio da donna e voler sedurre la commessa od una cliente. Prendi qualcosa e chiedi ad una delle due che cosa ne pensa e di provarlo ad occhio; la frase che dirai potrebbe essere: “Sai, devo fare un regalo a mia sorella e tu le somigli abbastanza anche se lei è più magra di te“. Andrai a toccare uno dei punti distonici per antonomasia delle donne, ossia la paura di essere grasse. Come detto, la sua attenzione sarà, quindi, spostata da “Ecco, un altro che ci prova” a “Cavoli, ma mi vede grassa questo?“. E sarete sicuramente passati da una posizione “down” ad un posizione “up” nei suoi confronti. Et voilà, avrete sedotto. Naturalmente state ben attenti a leggere il linguaggio del corpo per carpire le sue reazioni a livello emotivo. Provaci!

Leave a Reply