Finalmente sono dimagrito, ma qualcosa non va.

Che grandiosa stagione l’estate: il sole, il caldo, le vacanze, i colori, i vestitini svolazzanti.

Arriva quando meno te l’aspetti oramai ma, per alcuni non è poi così grandiosa, anzi è un tormentone dove vige un solo comandamento: dimagrire!

In estate la popolazione maschile e femminile corre in palestra o corre e basta per ottenere la forma perfetta da mostrare in spiaggia o in città.

Ma, come sempre, c’è un ma.

Ho rivisto da poco un mio amico (che è sempre stato “tondeggiante”) molto dimagrito, direi in forma, ha perso ben 8 chili e sta davvero bene. Da vestito!
Ma in effetti sotto l’abito c’era il trucco o meglio il famigerato “ma”. In alcune parti del corpo, addome e braccia in particolare il suo “in forma” era definibile come flaccido. Non sapevo come farglielo notare ma non ne ho avuto bisogno perché il primo ad essere a conoscenza di questo dettaglio è stato proprio lui.

Lo chiamerò Luca.

Luca si lamenta che la sua pelle gli pende addosso, come un vestito troppo largo e scomodo e mi chiede cosa può fare per poter mettere una t-shirt senza che gli penzolino le braccia quando le alza anche solo per salutare o per agitare un succo o per tirarsi su i pantaloni. In pratica è un gommone sgonfio!

Conoscendolo bene e sapendo che nonostante il piacere e la soddisfazione di aver perso la sua “rotondità” (che per anni lo ha reso insicuro) e, considerando il fatto che non sono un’esperta ma che conosco persone che lavorano sodo in palestra, mi sono permessa di dargli dei consigli appresi da chi ne sa più di me.

Se anche tu ti trovi nella situazione di Luca, ecco cosa mi hanno consigliato per rimediare ai danni causati da un dimagrimento troppo veloce.

Ovviamente non è guardandosi di continuo allo specchio sballonzolando le parti interessate con la speranza che l’indomani siano turgide, o pregando chissà quale Dio o evitando chissà quale malefico cibo, che si combatte il “flaccidume”. Lo sport, non per forza a livelli agonistici è l’unico modo per rimediare a certi errori (così definirei il dimagramento veloce del mio amico Luca).

Tre esercizi “urto” per rimettere a posto la pelle che ha ceduto alla forza di gravità:

  1. Questo esercizio puoi farlo da seduto o in piedi: prendi due manubri, stendi le braccia in alto e, tenendo ben fermi i gomiti, piega le braccia dietro la testa e ridistendile tornando alla posizione iniziale. 10/15 ripetizioni per braccio vanno bene, non esagerare con il carico a meno che tu non voglia aumentare la massa muscolare ma questi sono consigli per rassodare la massa più avanti;
  2. Ora sei in posizione eretta: con i manubri in mano e le braccia tese in appoggio alle cosce. Ricorda sempre di mantenere i gomiti come se fossero un perno; a questo punto fletti le braccia fino al petto respira e scendi, ripeti per la sequenza come per il primo;
  3. Gli addominali: stenditi a terra, gambe piegate e piedi ben appoggiati al suolo. Incrocia le braccia sul petto, inspira mentre ti sollevi facendo attenzione a non caricare il peso sul collo, mantieni la schiena incollata a terra, è lei il tuo sostentamento, il mento deve essere il più possibile rivolto allo sterno. Ora lentamente scendi espirando e ritorna alla posizione di partenza. Pochi secondi di pausa e riprendi. Ripeti la sequenza per 10 volte. Ricorda! Il respiro è importante e deve avvenire con calma, preferibilmente dall’addome.

Pochi ma buoni e di sicuro effetto. Non serve esagerare con le ripetizioni, occorre eseguirli correttamente, 4/6 serie per 10/15 ripetizioni e tempi di riposo brevi tra una serie e l’altra sono più che sufficienti.

Con questo tipo di allenamento di “recupero” vedrai che il volume delle parti “lasciate andare” aumenterà ed il “flaccidume” si ridurrà notevolmente.

Ti consiglio di abbinare anche una crema da massaggiare vigorosamente sui punti “dolenti”; in commercio ne esistono a iosa ma senza un minimo di sforzo fisico sarai molto liscio e profumato ma ancora flaccido. Una mano aiuta l’altra.

Tonico come non mai! Ora puoi alzare le braccia senza l’effetto “sfarfallio”.

Grazie dei consigli, Amici del Fitness.

Lara.

 

Leave a Reply