Le lingue lunghe

Da un po’ di tempo hai la strana e spiacevole sensazione che l’ufficio non sia un posto positivo, senti come se al tuo passaggio i tuoi colleghi non aspettino altro per lanciarti frecciatine. Staranno sparlando di te?

E’ una sensazione che ti mette a disagio sia quando stai entrando che mentre stai facendo il tuo lavoro; eppure non era così ieri.
Cerca di capire se è una cosa tutta tua, rischi di rimetterci tu nel rendimento magari per poi scoprire che erano solo tue preoccupazioni derivate da altro.

Perché ti capita questo?

Capita più di quanto tu creda, basta un saluto in più dal capo o una promozione per diventare “quello da prendere di mira”. Ma a volte non sono cose tangibili o riguardanti il lavoro in sé, spesso abbiamo dei comportamenti per noi del tutto naturali e per altri no, oppure si percepisce una realtà differente da quella che è. Non che tu sia pazzo ma lo stress della vita in genere si ripercuote su tutto, il sentirsi osservato, il pensare che venga guardata ogni tua mossa, mentre in realtà non ti si fila per nulla e tu non sei stato “nominato”.

Dall’ambiente lavorativo a quello sociale in genere, queste sensazioni si rincorrono ma ci sono dei modi per smettere di pensare di essere il bersaglio di turno e camminare in avanti.

Prova così:

  • Sii te stesso. Sempre, contro tutto e contro tutti. Cercare di interpretare cosa stanno pensando o sussurrando gli altri quando passi non è altro che una perdita di tempo. L’empatia, la simpatia,  sono sentimenti che nascono a prescindere. Quante volte anche tu non hai amato di primo acchito il tuo vicino di “banco” per poi scoprire che alla fine ti eri sbagliato;
  • Prova a pensare come se non fossi tu. In questo modo, capirai se hai dato davvero fastidio a qualcuno e se è così potrai riparare alla tua innocente “mancanza”;
  • Basta vittimismo. Non sei il centro del mondo (per qualcuno lo sei di sicuro, te lo auguro, in senso buono) quindi smettila di pensare che il tuo passaggio sconvolga e disturbi tutti. Hai mai pensato che magari ognuno nella stessa giornata, ora, minuto, in cui tu stai attraversando l’ufficio possa aver in testa qualcos’altro???
  • Non a tutti piace la panna. Ok, assodato stai sulle palle a qualcuno; ebbene può capitare, non si deve essere simpatici per forza e non lo si diventerà comprando a suon di sorrisetti falsi a meno che tu non sia fatto così. Se sei come spero allora, fregatene! L’importante è piacersi. Più sarai sereno con te stesso più lo trasmetterai ovunque andrai e a chiunque ti troverai di fronte o davanti o alle spalle.

Impara a camminare senza voltarti e dai un “taglio” alle lingue lunghe!

Esistono da molto prima che arrivassi tu 😉

Lara

Leave a Reply