Apri la bocca, non solo per parlare!

Impariamo ad aprir bocca nel modo giusto!

La bocca va usata tutti i giorni per parlare, baciare e per mangiare. L’educazione alimentare è importantissima per mantenere sani tutti gli organismi, per avere la forza di affrontare le giornate e mantenere una linea perfetta. Più mangi, meglio è! Sembra assurdo ma gli spuntini sono i migliori amici per dare una mossa al tuo metabolismo.

Capita spesso di arrivare a cena con una fame da lupi; questo accade perché durante una giornata o per un periodo troppo lungo siamo lontani dal cibo. Ciò ci fa sembrare dei piranha ed abbiamo un fame pazzesca. Per evitare questi attacchi basta semplicemente rieducare il corpo e la mente a movimentare il metabolismo e tenerlo acceso per tutta la giornata. In questo modo eviterai di arrivare al pasto successivo senza mangiare il doppio per sopperire alla debolezza, ai crampi e alla falsa, ma giustificata, chiamata del tuo stomaco.

Innanzitutto la tua giornata deve prevedere degli “spezzafame”, in pratica degli spuntini e non parlo di  muffin o di tramezzini con gamberetti e salsa aurora ché quelli sono quasi un pasto completo. Digiunare troppo a lungo non ti servirà a nulla, anzi, ma è anche vero che una volta alla settimana, un giorno senza assumere cibi solidi preferendo tisane o passati di verdura e frullati, aiuta il corpo a liberarsi  dalle tossine. Una volta, non per settimane intere, altrimenti il primo alimento che introdurrai sarà convertito in grasso.

Tentar non nuoce, prova a rieducare il tuo corpo al cibo e, se riesci, aggiungi del movimento. Basterebbe mezz’ora al giorno di camminata, sai? Abbandona la macchina e, se puoi farlo, iscriviti in palestra.

Le linee guida sono facili da seguire: 3 pasti principali e 2 spuntini al giorno, compresa la merenda che può permetterti di saltare il pranzo spesso assente per colpa dei ritmi frenetici, mancanza di tempo o impegni di lavoro.

La suddivisione dei tuoi pasti ovviamente dipende anche dal gusto personale e dal tipo di attività fisica che pratichi. Cerca di evitare cibi confezionati, leggi sempre le etichette e meno zuccheri e grassi ci sono, meglio è.

Ecco un esempio di giornata completa di spezzafame che ti permetterà di saltare un pranzo completo senza perdere energie e mantenendo vigile il tuo metabolismo:

  • colazione ore 7,30: se non sei intollerante al latte, preparati una bella tazza di parzialmente scremato con un goccio di caffè, 7/8 biscotti integrali (ne esistono una varietà infinita) ed una piccola porzione di frutta fresca;
  • spuntino ore 10: puoi concederti un cappuccino con un croissant vuoto;
  • spuntino ore 12: un mini panino integrale con bresaola e pomodoro;
  • spuntino ore 14: da 2 a 4 noci accompagnate da crackers integrali ed un bicchiere di succo d’arancia o di ananas, a te la scelta;
  • spuntino ore 16: se ti è avanzato un panino integrale, mangiane metà e butta giù un cubetto di grana;
  • spuntino ore 18: un vasetto di yogurt con crusca o frutta secca o muesli da mescolare insieme;
  • cena ore 20,30: un primo piatto (la pasta la sera non va bandita, sono i condimenti che fanno la parte migliore o peggiore) con sugo fresco o in bianco (100 grammi bastano e avanzano), pesce 150 grammi o carne bianca 100 grammi. Non farti mancare una porzione di verdure di stagione, il tutto condito con un cucchiaio di olio di oliva (un aiuto per l’intestino) per finire ancora un po’ di frutta fresca.

Pensi che basti? No, prima di andare a dormire, non intendo mentre sei già nel letto, ti consiglio di dare al tuo stomaco ancora qualcosa in modo da non lasciarlo troppo tempo senza nulla.

Ultimo spuntino pre-notte: un bicchiere di latte sempre parzialmente scremato (concilia il sonno) ed un biscotto.

E’ chiaro che non devi mangiare tutti i giorni le stesse cose, ci sono mille varianti ma gli spuntini sono davvero un toccasana; avrai meno fame ai pasti principali dormirai meglio e dopo qualche tempo, noterai che il tuo fisico sarà più asciutto ed energico. Sembra che tu debba mangiare continuamente, in fondo non sei molto lontano dalla realtà ma, fidati, chi fa sport potrà solo dare il consenso.

Diventa esperto di cibo, non temerlo, il tuo corpo te ne sarà grato.

Lara

Leave a Reply